Quante volte hai sentito pronunciare questa esclamazione?
Quante volte hai pronunciato tu queste parole?
Diciamo che, se sei una persona onesta, mi aspetto che, come minimo, tu risponda:”abbastanza!”
Molte persone che mi conoscono,ormai,sanno che quella del “te l’avevo detto!” è sempre stata una mia “battaglia personale”.
E ammetti che, dopo parecchi parecchi anni, abolire o quantomeno limitare drasticamente l’uso di questa”innocente affermazione” possa, se non migliorare di netto molte relazioni, quantomeno evitare scontri, discussioni inutili, tensioni pericolose e rancore inespresso.
E ora forse ti starai chiedendo: “davvero tutta questa roba?”
La mia risposta era e resta SI!
“TE L’AVEVO DETTO!” sembra una frase innocua. Non lo è!
Al contrario, è una di quelle frecciatine rapidissime che hanno la capacità di lasciarti immediatamente una sensazione di “amaro in bocca”, appena viene proferita nei tuoi confronti.
Ragiona con me…
Quando (tendenzialmente) ti è stato detto “te l’avevo detto!”?
Di solito quando qualcosa ti va storta, o proprio male, o comunque non come volevi.
Una persona che avevi iniziato a frequentare e che poi ha tirato fuori lati di sé oggettivamente discutibili…
Un “affare” venduto come tale che invece si rivela deludente o addirittura dannoso…
Un rapporto nel quale avevi risposto fiducia e che finisce col ferirti…
Ma anche più semplicemente…
Un piatto che hai voluto sperimentare e che hai dovuto ammettere essere disgusto…
Una nuova lezione in palestra che tanto ti attraeva e che hai poi giudicato noiosissima…
Un nuovo lavoro che non mantiene le aspettative iniziali…
E potrei andare avanti all’infinito!
Quello che non cambia è il terribile tempismo con il quale si scontra l’affermazione “te l’avevo detto!”, pronunciata per giunta da qualcuno a cui tieni (un amico, un genitore, il partner ecc).
Ora…
Già ti senti frustrato e roduto di culo per l’accaduto, qualunque esso sia.
Cerchi conforto in quello che credi possa essere un punto di riferimento, sapendo che puoi sfogarti e sentirti compreso, invece ricevi in cambio un bel: “Lo immaginavo”, “Me l’aspettavo!” ,”Lo sapevo io!”, “Te l’avevo detto!”.
Prenditi solo un secondo, non ne servono di più, e dimmi: come ti fa sentire quel commento?
Ti da fastidio?
Ti fa arrabbiare?
Aumenta il tuo stato d’animo iniziale?
Sicuramente una delle 3. Comunque NON BENE!
Soprattutto…
Poni il caso che tu sia una persona civile e consapevole al punto da non perdere la pazienza…Siamo veramente sicuri che quel “Te l’avevo detto!” sia reale?
Quindi le cose sono andate come sono andate perché non hai fatto come ti avevo predetto “tizio di turno”?
E ammesso e non concesso che ciò sia vero (non lo è quasi mai), detto “a posteriori” a cosa e a chi serve?
La risposta la sai, e non è “a me!”
Forse è utile alla persona che lo pronuncia…
Forse lo fa in buona fede…
Forse nemmeno se ne rende conto…
Però una cosa è certa…Non è di aiuto e in nessun modo migliora la situazione, anzi!
Sai quante discussioni iniziano per colpa di un “te l’avevo detto!”?
Perché poi il rischio é che te la prendi con chi lo ha pronunciato e riversi su di lui/lei tutto quello che provavi, usandolo come tubo di scarico delle tue emozioni , e l’altro non capisce il perché del tuo attacco, e forse nemmeno tu.
Quindi…la prossima volta che ascolterai questa frase, RESPIRA!
Ma soprattutto…evitala anche tu, ok?
1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *